5/01/2019 B. Federici

Alumni Profile: Brandon Federici '18

Letter From Fossombrone, Italy – Brandon Federici ’18 writes about his experience playing professional basketball for an Italian team and obtaining Italian citizenship.

La nostra squadra, Fossombrone, ha appena perso nei playoff (ultime 8 squadre) ieri sera contro Valdiceppo (di Perugia), quindi adesso siamo liberi. Il mio tempo qui è passato molto velocemente, come se fossi appena arrivato. Mi sono trovato benissimo a Fossombrone, una piccola città nelle Marche, a 20 minuti dal Mare Adriatico, e piena di passione per la vita. Si possono trovare qui tanti tanti anziani che sicuramente contribuiscono allo stile di vita rilassante. Però, la cosa che mi piace più delle altre è il fatto che tutti per la maggior parte conoscono tutti (quasi come F&M). C'è solo un parrucchiere (di un uomo che si chiama Stefano), una libreria (di una donna che si chiama Linda), solo 2 salumerie, solo 2 bar, al massimo 5 ristoranti, ecc. Si può vedere che c’è un sentimento di comunità e che questo sentimento si trova anche nello sport, come con la squadra di basket. Naturalmente, i miei compagni di squadra sono i miei migliori amici adesso, perché abbiamo passato tanto tanto tanto tempo insieme e abbiamo fatto insieme quasi tutto. Il giocatore più giovane ha 17 anni mentre il più vecchio ha 35 anni, quindi c’è una grande gamma di età. I tifosi forsempronesi (così si chiama una persona di Fosso) sono veramente matti, ma nel modo migliore per noi come giocatori. 

Our team, Fossombrone, lost last night in the playoffs against Valdiceppo (from Perugia), so now we’re free. My time here has passed very quickly, as though I have just arrived. I have been very happy in Fossombrone, a small town in the Marche, about 20 minutes from the Adriatic Sea, and full of passion for life. There are many older people here, who contribute to the relaxed way of life. But what I like the most is that everyone knows everyone else (almost like at F&M). There’s only one hair salon (owned by Stefano), one bookstore (owned by Linda), two delis, two bars, maybe five restaurants, etc. You can see that there’s a sense of community here, and this can also be felt on my basketball team. Naturally, my teammates are by best friends now, because we’ve spent a lot of time together and we’ve done almost everything together. The youngest player is 17 and the oldest is 35, so there’s a great range of ages. The forsempronesi fans (forsempronese is a person from Fossombrone) are really crazy, but in the best sense of the term as far as we are concerned.

Posso dire in modo sicuro che la vita di un'atleta professionale non è la peggior cosa del mondo. Facevamo sollevamento pesi 3 volte a settimana e ci allenavamo 3 volte a settimana (in giorni diversi) e di solito, giocavamo la domenica. A parte questo, c'era tanto tempo libero per fare altre cose, quindi io ho deciso di approfittare di questa opportunità. Ho cominciato a studiare francese un po' (mentre stavo sempre imparando l'italiano perché quasi nessuno parla inglese qui...il mio italiano non è perfetto 100% ma spero che sia meglio di quando sono arrivato!!!), ho insegnato l'inglese ai ragazzini di 9 e 10 anni un paio di giorni a settimana in una scuola a Pergola (una città vicino a Fossombrone, ma secondo me forse più piccola), ho allenato una squadra di basket di ragazzi di 12 anni, e anche sto ancora studiando per l'esame di ingresso della facoltà di legge (LSAT). Queste cose, combinate con i programmi numerosi di Netflix, mi hanno tenuto impegnato. 

I can certainly say that the life of a professional sports player is not the worst at all! We lifted weights three times a week and trained three other times a week, always on different days; we usually had matches on Sundays. Apart from this, there was a lot of time to do other things, so I decided to take advantage of these opportunities. I started studying some French, while continuing to improve my Italian, since almost nobody speaks English here. My Italian is not 100% perfect, but I hope it is better than when I first arrived! I taught English twice a week to 9 and 10-year old kids in a school in Pergola (a town near Fossombrone that I think is even smaller). I coached a basketball team for 12-years-old boys, and I am still studying for the LSAT. All this, combined with a lot of Netflix shows, has kept me very busy.

Sicuramente, ho imparato tanto dell'Italia all'università che ha dimostrato essere molto molto utile. Però, ci sono e ci saranno sempre cose che si devono vedere di persona in Italia per capirle. Le cose come gli immigrati africani che vendono sulle piazze di Milano, Firenze, Venezia, ecc. perché questo è il solo modo in cui sanno come vivere. Il fatto che, io, solo a causa del mio lignaggio, ho potuto prendere la cittadinanza italiana in 8 mesi, mentre le altre persone che non sono nate in un posto come gli Stati Uniti o non sono così fortunati devono aspettare per 5, 8, 10 anni (e probabilmente più) per la stessa opportunità. La legge è sicuramente strana, ma sono ovviamente contento delle porte che si aprono adesso per me. Sono emozionato per il futuro e non vedo l'ora di vedere in quale posto sarò la prossima stagione. 

I certainly learned a lot about Italy at F&M, and this has proved very useful. But there are and there will always be things that you need to see personally in Italy in order to understand them. For example, African migrants who sell in the squares of Florence, Milan, or Venice because that is their only way to make a living. The fact that I, because of my lineage, had had to wait only a few months to obtain Italian citizenship, while people that were not born in the US or are not as lucky as I am must wait five, eight, or ten years (and even more) to have the same opportunity. The law is strange, but of course I am grateful for the doors that will open now for me (thanks to my EU citizenship). I am excited about the future and I cannot wait to see where I will spend the next basketball season.

 

  • b. federici
  • federici
  • federici
  • federici
  • fossombrone
Story 12/4/2017

Alumni Profile: Gina Mangravite '12

Studying Italian at F&M made me realize I wanted to be able to teach Italian literature for the...

Read More
Story 12/4/2017

Alumni Profile: Gillian Salerno-Rebic '11

Italian opened up my eyes and ears to a culture that is in my blood...

Read More
Story 12/4/2017

Alumni Profile: Livia Meneghin '15

Italian sparked my interest in travel writing. 

Read More